Messina, blitz dei Carabinieri al rione Mangialupi: nel mirino i pistoleri del M'Ama

A quanto pare le indagini dei Carabinieri relative al ferimento di Tania, la 34enne gambizzata davanti al lido M'Ama, sono a un punto di svolta. I due presunti pistoleri sarebbero stati identificati; probabilmente anche con nome e cognome.

In tal senso, si mossa nella notte una task force, da parte delle forze dell'Ordine, tesa a individuare il loro nascondiglio; che potrebbe essere situato nella zona del rione Mangialupi.

I presunti responsabili sarebbero stati riconosciuti grazie alle telecamere di sorveglianza installate nella zona del M'Ama. Il cerchio delle indagini sembra quindi stringersi, anche perché i due si sono resi irreperibili da oltre 72 ore, avvalorando così la tesi che li vede colpevoli del gesto sconsiderato; un'azione barbara che per poco non costava la vita ad una ragazza.
Share on Google Plus

About Corsaro del Sud

    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento