Politica e malaffare: ideali comuni per risorgere dall'Eurepilogo

I politici di oggi sono uomini di malaffare: in tal senso Confucio consigliava di non farsene una malattia e attendere la loro estinzione. Tuttavia, in Italia i tempi tenici, affinché si realizzi una simile utopia, potrebbero risultare alquanto indefiniti. Sicché, probabilmente occorre trovare una soluzione per modificare, in qualche modo, le regole del gioco.

L'italiano medio è molto incline alla lamentela; incontrando serie difficoltà nella fase propositiva. Spesso siamo in grado di mettere in evidenza, con estrema lucidità, le falle del sistema ma difficilmente illustriamo soluzioni efficaci per rimodularlo. 

Attendiamo dunque che sia la politica stessa ad auto-regolamentarsi? Campa cavallo che la casta cresce. Di conseguenza si rendono necessarie ricette legislative per ricondurre coattivamente la classe dirigente verso ideali finalmente al servizio della gente comune.

Personalmente ritengo essenziale un periodo di transizione democratica; vista e considerata l'inutilità manifesta del ricorso alle urne per formare un nuovo Governo e appurato che il risultato delle elezioni potrà essere comunque camuffato, in funzione degli interessi del cosiddetto "grumo di potere".

A questo punto forse servono nuovi padri fondatori, in grado di far fronte all'emergenza costituzionale. Forse un uomo solo al comando, coadiuvato da un organo di supervisione modello Direttorio (il nostro Senato potrebbe rendersi utile in questo contesto) per riscrivere la nostra cultura, i nostri ideali e gli intenti comuni nei quali unirci e per i quali progredire insieme.

E' possibile che l'Europa sia giunta al suo capolinea: una vittoria di Marie Le Pen in Francia, sommata alla Brexit e moltiplicata per il vento nazionalista e anti-europeista, che spira dall'altra sponda dell'Atlantico, potrebbe configurare irrimediabilmente la fine dell'Ue. 

Il Belpaese non dovrà trovarsi impreparato o regredire di 30 anni, anche di fronte all'Eurepilogo. Servirà coraggio e una buona dose di pragmatismo per affrontare compatti il cambiamento in atto. L'Italia dovrà mostrare tutta la caratura di un popolo tenace e determinato, proprio nei momenti di maggiore difficoltà.

Share on Google Plus

About Fabrizio Vinci

blogger

    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento