Casini e il futuro del centrodestra: Terzo Polo e quel che resta del Pdl

Pierferdinando Casini parla da Bari, in occasione del congresso regionale dell’Udc, e prova a rilanciare la sua idea di grande Centro. Il Terzo Polo potrebbe materializzarsi politicamente a Maggio, quando si svolgerà un congresso straordinario dell’Udc, e probabilmente sarà annunciato il concepimento del nuovo soggetto politico.  Tuttavia il progetto di Pierferdy, oltre ad includere Fli, Api e forse anche Mpa, potrebbe estendersi, come una sorta di Opa allargata, sul quel che resta del Popolo delle Libertà.


Il Pdl, al momento, è il partito politico che detiene il maggior numero di Senatori e Deputati, ma i sondaggi funesti prevedono che alla prossima tornata elettorale potrebbe concretizzarsi il tracollo di preferenze per il partito di Silvio Berlusconi; lasciando così disoccupati tanti parlamentari devoti al Cavaliere. Conoscendo l’opportunismo dei nostri politici e il loro innato attaccamento alla “poltrona”, è probabile che un certo numero di pidiellini possa farsi tentare dalla possibilità di continuare la propria attività di parlamentare all’interno della nuova formazione politica.

La crisi di consenso popolare per il Pdl è palese, al punto che Berlusconi pensa già alla possibilità di presentare liste civiche per arginare il salasso di voti.  L’ex premier ha comunque precisato di non avere alcuna intenzione di lasciare la politica. Rinnovando la sua fiducia in Angelino Alfano, Silvio conferma che non si ricandiderà a premier  nella prossima legislatura (l’Italia ringrazia), ma sarà comunque presente in Parlamento tra le fila del suo partito.  


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Share on Google Plus

About Marenero

Fabrizio Vinci, blogger e scrittore di Messina vinci@usa.com
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento